A+ A A-
Raffaella

Raffaella

Insoliti spaghetti al cartoccio

Ingredienti:

-Una porzione di spaghetti a persona
-50g strachicco a persona
-Abbondante polpa di pomodoro
Spezie e aromi in quantità secondo i gusti
-Noce moscata
-Aglio in polvere
-Lievito alimentare
-Pepe
-Sale

 

Procedimento:

Preparate la polpa di pomodoro con un semplice soffritto di olio e cipolla, fate cuocere il tempo necessario salando e facendo attenzione a lasciarlo più liquido di quello che normalmente usereste (potete prepararlo anche molto tempo prima della realizzazione della ricetta, ma quando lo userete dovrà essere caldo come se fosse stato appena fatto).
Lessate –solo fino a metà cottura- gli spaghetti.
Mentre acqua e pasta raggiungono temperatura e cottura, preparate la crema di strachicco in una ciotola, incorporategli le spezie mescolando tutto finché non diventa omogeneo.
Portate avanti il lavoro di preparazione disponendo piatti fondi con dentro dei fogli di carta forno, e pre-tagliate dello spago alimentare.
Quando la pasta è pronta scolatela, rimettetela in pentola con la maggior parte del pomodoro e condite tutto. Aiutandovi con una pinza o un forchettone da cucina posizionate gli spaghetti nella carta forno, aggiungete anche un generoso cucchiaio di sughetto e uno di crema di strachicco, chiudete il cartoccio con lo spago e infornate (poggiando il cartoccio su una leccarda), cuocete a 220° per una decina di minuti.
La cottura della pasta segue le regole di una normale pasta al forno, perciò andate pure ad occhio in base alla vostra esperienza, la pasta che usate di solito, e la potenza del vostro elettrodomestico.

La consistenza è cremosa e avvolgente, se invece preferite aggiungere croccantezza potete mettere nella crema di strachicco un po’ di granella di frutta secca tostata.

  • Pubblicato in Primi
  • 0

Spalmabile di anacardi

Ingredienti:

-100 g anacardi al naturale (che non sono molto croccanti, né duri)
-mezzo limone (succo)
-2 cucchiai olio di oliva (che sia buono!!)
-50 g acqua
-un cucchiano raso di agar-agar
-un cucchiaino lievito alimentare
-sale

 

Procedimento:

Prendete un contenitore alto in cui poter lavorare con un frullatore ad immersione.
Metteteci dentro gli anacardi, il succo di limone, il sale, l’olio.
Aspettate che gli anacardi si ammorbidiscano un po’, potete fare quella telefonata che avevate in mente di fare, o andare a stendere il bucato…insomma, una quindicina di minuti per gli anacardi sono sufficienti!
Quando sarete tornati in cucina scaldate l'acqua in un pentolino e arrivata a bollore metteteci dentro l’agar, mescolate su fiamma per un minuto/due, fino a completo scioglimento dei grumi, potete quindi spegnere la fiamma e dedicarvi al frullare gli anacardi.
Aggiungete nel beker l’acqua un po’ per volta, così da rendere più facile l’operazione, dovete usarla tutta e frullare fino a rendere omogeneo il composto. Per ultimo aggiungete sale e lievito alimentare e frullate di nuovo. Assaggiate e se vi pare manchi qualcosa non abbiate paura di sperimentare!! Aggiungete, togliete, variate!!
In inverno questa crema è molto saporita con l’aggiunta di una granella di arachidi tostate e salate, d’estate l'aggiunta di origano secco è quasi d’obbligo, se poi la usiamo per farcire bruschette e serviamo con un Mojito, l’aperitivo è servito (scusate la rima!).

 

Note:

Si conserva bene per una settimana, anzi, più riposa migliore è il sapore

 

Sedano rapa croccante

Ingredienti:

-1 sedano rapa
-Farina di ceci
-Acqua
-Pangrattato
-Curry (che sia buono!!)
-Sale
-Olio per friggere

 

Procedimento:

Pulite il sedano rapa e sbucciatelo, tagliatelo in fette di circa un centimetro, un centimetro e mezzo e lessatele in abbondante acqua salata per 20/30 minuti .
Controllate la cottura facendo attenzione a non rompere le fette, i tempi dipendono dalla grandezza e dallo spessore.
Quando morbide, scolate e fate asciugare.
Volendo potete conservare in frigo e riprendere la preparazione dopo qualche giorno.

In una ciotola grande abbastanza da poter contenere le fette di sedano rapa, preparate una pastella con Farina di Ceci e Acqua che aggiungerete un po’ per volta.
Le dosi dipendono da quante fette avete da impanare.
Regolatevi tenendo conto che la pastella deve essere un po’ più liquida di uno yogurt.
Quindi deve essere corposa.
Mescolate con una frusta o una forchetta fino alla scomparsa dei grumi, aggiungete sale e curry in base ai vostri gusti. Non abbiate timore di usare il curry…renderà queste “cotolette” molto profumate.
Sistemate un piatto piano con il pangrattato accanto alla ciotola con la pastella e procedete con l’impanatura.
Mettete le fette asciutte di sedano rapa prima nella pastella e quando ben bagnate, nel pangrattato. Rigiratele e ricoprite bene.
Poi passate alla frittura.
Ricordate che per una buona frittura l’olio deve essere abbondante, in modo che ricopra tutta la superficie del cibo in un’unica volta. Fate dorare e rigirate, fate dorare per bene e scolate.
Mangiatele calde con glassa d’aceto balsamico.
O se volete, esagerate con salsa vegana tipo Maionese.

Polpettone di Lenticchie

Ingredienti:

-160 g lenticchie nere
-60g quinoa
-Salsa Affumicata (4/5 cucchiai)
-Alloro (2 foglie)
-Aglio (uno spicchio grande)
-Bacche di ginepro (una decina)
-Paprika dolce (un cucchiaino)
-Sale
-Olio
-Agar Agar (un cucchiaino abbondante)

 

Procedimento:

Lavate bene le lenticchie e la quinoa e mettetele a cuocere in pentolini separati.
(Seguite le istruzioni sulle confezioni, le lenticchie di solito si aggiungono direttamente in acqua fredda e non quando l’acqua bolle).

Quinoa: Lasciatela cuocere in acqua salata fino a quando sarà morbida e fino a completo assorbimento dell’acqua, se avete usato troppa acqua e la quinoa non l’ha assorbita tutta, scolate.
Lenticchie: Quando il contenuto della pentola comincia a bollire, eliminate l’ eventuale schiuma e poi aggiungete l’olio, l’aglio (tagliato a metà e privato dell’anima), le foglie d’alloro, le bacche di ginepro sbriciolate finemente, la salsa affumicata e la paprika.
Lasciate cuocere senza coperchio a fuoco dolce, verso la fine della cottura aggiungete il sale.
Come per la quinoa, se avete esagerato con i liquidi, non preoccupatevi, basterà scolarle.
Togliete l aglio e le foglie d’alloro e mettete le lenticchie in una ciotola, unitevi la quinoa.
Ora mischiate (assaggiate e aggiungete sale se necessario), prendetene un terzo e frullatelo grossolanamente.
Mettete il composto frullato sul fuoco e aggiungete l Agar (aiutatevi con un colino per non fare grumi), fate scaldare mescolando circa per un minuto.

Rimettete il composto con agar insieme al resto degli ingredienti e mescolate bene, poi ponetelo su pellicola per alimenti ed arrotolate a formare un cilindro, fate in modo che sia ben compatto.
Fatelo freddare e mettete in frigo.
Potete prepararlo la mattina per la sera e servirlo a cena, o la sera per il pranzo del giorno successivo. Potete anche prepararlo giorni in anticipo perché più si “mischiano” e si stabilizzano i sapori, meglio è.
Tiratelo fuori dal frigo almeno un’ora prima di servirlo a temperatura ambiente.
Usatelo per farcire panini, per comporre piatti completi con patate e verdure fresche o cotte, semplicemente a fette scaldato sulla griglia con una salsa o un pesto d accompagnamento.

Subscribe to this RSS feed

8°C

Foggia

Rovesci

Umidità: 74%

Vento: 6.44 km/h

  • 13 Dicembre 2018 8°C 2°C
  • 14 Dicembre 2018 12°C 5°C

Questo sito usa i cookies. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni...